Tags

, , , , , , , ,

*

Ahmad: Arab League No Longer a Part of International Effort Represented by Annan’s Plan

Syria’s Permanent Representative to the Arab League Yousef Ahmad said that the Arab League is seeking to summon military intervention in the Syrian crisis and hinders any solution to it, with the League’s mechanisms and decisions being seized by sides from the Arab Gulf who continue to violate its charter and principles to benefit western and regional sides.

In a response to the decisions made by the meeting of the Arab League Ministerial Council in Doha on Saturday, Ahmad said that the League is no longer a part of the international effort represented by the plan of UN Envoy Kofi Annan, and that Syria reiterates its firm rejection of the League having any role or representation in the international plan.

He said that everything issued by the League since the decision to suspend Syria’s participation does not concern Syria, stressing the need for a true Arab effort to correct the course of the League and restore its intended role.

“Targeting the Syrian media under the umbrella of the AL decisions proves that the Arab and international parties which practice their political and media instigation against Syria, do not believe in the freedom of opinion and accepting the other as they seek to conceal the reality of what Syria is witnessing of systematic terrorism and foreign incitement to prevent a national solution for the crisis in the country,”  Ahmad added.

Ahmad said that the suggestions made by Nabil al-Arabi regarding changing the nature and the jurisdiction of the international observer mission in Syria strongly affirms the fact that the League’s General Secretariat has overstepped its charter and internal regulations, and that it now seeks to plan a role drawn up under cover from Arab Gulf, regional and international sides.

He concluded by affirming Syria’s commitment to positive cooperation with Annan’s plan in spite of some sides’ efforts to thwart the plan and escalate the situation in the region.

SANA – 4/6/2012

ITALIANO

Yousef Ahmad: la Lega Araba non è più parte dello sforzo internazionale rappresentato dal Piano Annan.

Il rappresentante permanente della Siria alla Lega Araba, Yousef Ahmad, ha detto che la Lega Araba sta cercando di provocare l’intervento militare nella crisi siriana e ostacola una sua soluzione, con i procedimenti e le decisioni della Lega sequestrati dalle fazioni del Golfo Arabo, che continuano a violare il suo statuto ed i suoi principi per beneficiare le parti occidentali e regionali.

In una risposta alle decisioni prese dalla riunione del Consiglio ministeriale della Lega Araba a Doha, sabato, Ahmad ha detto che la Lega non è più parte dello sforzo internazionale rappresentato dal piano dell’inviato delle Nazioni Unite Kofi Annan, e che la Siria ribadisce il suo fermo rifiuto da parte della Lega ad avere alcun ruolo di rappresentanza nel piano internazionale.

Ahmad ha detto che tutto ciò che è stato emesso dalla Lega, dopo la decisione di sospendere la partecipazione della Siria, non riguarda la Siria, sottolineando la necessità di un vero sforzo arabo per correggere la rotta della Lega e ripristinare il suo ruolo originale.

“Attaccando i media siriani e ponendoli sotto il potere decisionale della Lega Araba, dimostra che da parte araba e internazionale, che praticano i loro interventi politici e mediatici contro la Siria, non si crede nella libertà di opinione e di accettazione degli altri, mentre si cerca invece di nascondere la realtà di ciò cui la Siria è oggi testimone, cioè di un terrorismo sistematico e dell’incitamento da parte straniera ad evitare una soluzione nazionale per la crisi nel paese “, ha aggiunto Ahmad.

Ahmad ha detto che le proposte fatte da Nabil al-Arabi, in merito al cambiamento della natura e della giurisdizione della missione internazionale di osservatori in Siria, afferma con forza il fatto che il Segretariato generale della Lega Araba ha oltrepassato il proprio statuto e regolamenti interni, e che ora cerca di pianificare un ruolo redatto sotto copertura da parte di alcuni paesi del Golfo Arabo, e altre parti regionali e internazionali.

Ahmad ha concluso affermando l’impegno della Siria per una cooperazione positiva con il piano Annan, nonostante alcuni sforzi da parte di qualcuno di contrastare il piano e far degenerare la situazione nella regione.

*

Translated by SyrianFreePress.net  –  6/6/2012 –

at http://wp.me/p1P9ia-1mV

*

*

*

About these ads