Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , ,

*

Le forze coloniali d’occupazione sioniste appiccano il fuoco a terreni e foreste, mentre i coloni ebraici dissacrano i Santuari nel Golan siriano occupato.

Quneitra / Golan occupato – 4 luglio 2012 – In linea con le pratiche ostili nei confronti del Golan siriano occupato, martedì le autorità di occupazione israeliane hanno deliberatamente appiccato il fuoco alla città occupata di Banias, nel settore settentrionale.

Il giornalista dell’agenzia SANA ha citato un certo numero di residenti del Golan i quali hanno testimoniato che il fuoco si sta sviluppando su spazi enormi di aree agricole e forestali, da est della città archeologica di Banias, alla zona di Shilal  Sa’ar.

Il Governatore di Quneitra, Hussein Arnous, ha indicato le ripetute violazioni da parte l’occupazione israeliana delle risoluzioni internazionali, aggiungendo che il governatorato ha preso una serie di misure precauzionali per spegnere qualsiasi incendio sviluppato dalle autorità di occupazione israeliane lungo la linea del “cessate il fuoco”.

A sua volta, il capo del Dipartimento Affari dell’Ambiente del governatorato, Hamzeh Suleiman, ha detto che le forze di occupazione hanno appiccato tre incendi nel Golan nelle ultime settimane, con lo scopo di danneggiare l’ambiente e le persone della zona, a causa del loro attaccamento alle proprie terre.

I coloni israeliani intanto dissacra un Santuario situato nel Golan siriano occupato.

I coloni israeliani hanno attaccato il santuario del sultano Ibrahim, in Banias, nel Golan siriano occupato, dissacrando le sue pareti con graffiti razzisti. Hanno anche tentato di attaccare il santuario di al-Khidr.

Alameddin Beshara, custode del santuario del Sultan Ibrahim, ha detto che i responsabili di questo crimine contro la santità del Golan sono coloni che giungoano dagli insediamenti nella parte occupata di Gerusalemme, e che questa non è la prima volta che hanno attaccato il santuario, avendo iniziato le loro incursioni già sin dal Luglio 2011.

Beshara ha detto che i coloni vengono ogni settimana, cercando di intimorire la popolazione locale e di dividere e distruggere i due santuari, ma la gente del Golan occupato non li teme e resiste con tutte le proprie forze.

Traduzione e adattamento a cura di FFP & WA
per TG24SiriaSyrianFreePress.net Network

Israeli Occupation Forces Start Fire,

Settlers Desecrate Shrine in Occupied Syrian Golan.

QUNEITRA/OCCUPIED GOLAN – July 4, 2012 – In line with its hostile practices against the occupied Syrian Golan, the Israeli occupation authorities deliberately set fire to the occupied town of Banias in the northern sector on Tuesday.

SANA reporter quoted a number of the Golan residents as saying that the fire spread over huge spaces of agricultural and forest areas from east of the archeological town of Banias to Shilal Sa’ar area.

Governor of Quneitra, Hussein Arnous, indicated to the repeated violations by the Israeli occupation of international resolutions, adding that the governorate has taken a set if precautionary measures to extinguish any fire set by the Israeli occupation authorities along the “cease fire” line.

In turn, head of the Environment Affairs Department in the governorate, Hamzeh Suleiman, said that the occupation forces have set three fires in the Golan in the last few weeks with the aim of harming the environment and the people of the area for their adherence to their lands.

Israeli Settlers Desecrate Shrine in Occupied Syrian Golan

Israeli settlers assaulted the shrine of Sultan Ibrahim in Banias in the occupied Syrian Golan, desecrating its walls with racist graffiti. They also attempted to attack the shrine of al-Khidr.

Alameddin Beshara, custodian of Sultan Ibrahim shrine, said that this crime against Golan’s sanctities are settlers who came from settlements in occupied Jerusalem, and that this isn’t the first time they attacked the shrine; they started attacking it since July 2011.

Beshara said that settlers come every week and attempt to provide locals and break into the two shrines, but the people of the occupied Golan always stand up to them and resist them with all their strength.

By M. Nassr / H. Said / H. Sabbagh – SANA
http://www.sana.sy/eng/21/2012/07/04/429347.htm

*

link a questa pagina

*

*

*

About these ads