Tags

, , , , , , , , , , , , , , , ,

*

Milano-Italia con la Siria e Bashar al-Assad: Diverse centinaia di siriani e italiani si sono radunati a Milano per manifestare la loro solidarietà con il popolo siriano ed il suo legittimo governo del presidente Bashar al-Assad.

*

SyrianFreePressNetwork / TG24Siria - Con lo slogan “Solidarietà con il Popolo Siriano”, quello vero e non inventato dalla propaganda filosionista, che non vuole essere massacrato dagli attentati terroristici dei mercenari al soldo di USA e Qatar, nè mutilato e sgozzato dai tagliagole wahabiti/salafiti, un folto e nutrito gruppo di amici italiani e siriani, sfidando il silenzio e l’omertà mediatica, si è ritrovato in Largo Cairoli, a Milano.

L’intenzione dei partecipanti, quella di parlare e dimostrare pubblicamente (per fare conoscere la vera realtà della situazione siriana, quella occultata dai giornalisti accreditati, i quali hanno dimostrato platealmente di essere nel taschino della lobby mediatica imperante…), è stata resa ancor più determinata e coesa dal tentativo, tanto maldestro quanto ridicolo, di alcuni molesti personaggi, meglio conosciuti nel gergo popolare come “ratti”, veri fiancheggiatori dei terroristi jihadisti-salafiti, i quali hanno cercato invano di provocare i pacifici manifestanti che gremivano la piazza, nel tentativo di far fallire la manifestazione e farla degenerare in rissa aperta.

Questa tecnica, del provocare scontri indiscrimanti, tutti-contro-tutti, è tipica di questi prezzolati mercenari da quattro soldi. Aizzare e scatenare violenze fa parte del loro metodo di disturbo sistematico, vecchia tattica, ma sempre valida, usata dai servizi di intelligence per portare fuori controllo la piazza, deviarla e gestirla.

I loro leader infiltrati in Siria, capi-banda terroristi senza scrupoli nè fede alcuna (eccetto nei dollari delle petrolmonarchie filo-americane), hanno usato le stesse tecniche del caos e della violenza per degenare il tessuto sociale siriano, esempio di secolare e laica convivenza tra etnie e confessioni diverse. I loro malriusciti cloni italioti, un misto di magrebini e fauna varia che vive d’espedienti ai margini della società italiana, come all’ombra di alcune moschee allestite con fondi qatarioti e sauditi, hanno cercato oggi di emulare i cugini terroristi d’oltre Mediterraneo (ma addestrati in Libia e Kosovo a spese USA), presentandosi ai bordi di Largo Cairoli con qualche sbiadita bandiera coloniale francese (loro esempio di “libertà”...) urlando insulti e frasi senza senso (se non che per le loro menti plagiate).

La fermezza degli organizzatori della manifestazione, impassibili e non disponibili a fare il gioco di chi desiderava far degenerare tale importante momento di incontro, oltre al pronto intervento delle forze dell’ordine italiane che hanno isolato i facinorosi, hanno fatto sì che in pochi minuti tutto si risolvesse senza strascichi, permettendo agli oratori di compiere gli interventi programmati e che nei prossimi giorni vi proporremo.

Una particolare menzione e ringraziamento va al prof. Gianantonio Valli, già membro della Delegazione siro-italiana del maggio 2012, il quale ha ricordato e sottolineato l’importanza del lavoro svolto dal nostro network e dai nostri redattori. Paolo Sensini, altro amico di SyrianFreePress.net e nostro compagno di viaggio in Siria, ha anche fatto sentire la sua voce a noi particolarmente vicina.

All’insegna della responsabile determinazione, e con spirito di collaborazione tra diverse appartenenze politiche e confessionali, siriani e italiani hanno quindi manifestato anche a Milano, dopo Roma (16 giugno 2012), la loro ferma volontà a non permettere ad ingerenze straniere, o loro ramificazioni terroristiche, di decidere le sorti della patria Siria, le quali sono nelle mani e nel diritto del popolo siriano sovrano, e del suo legittimo rappresentante, il governo del presidente Bashar al-Assad, che eroicamente ha dimostrato di non cedere a minacce, ricatti e pressioni per far diventare la Siria una colonia Israelo-Americana, magari gestita per conto dei loro agenti saudo-qatarioti…

Onore al Popolo Siriano e al suo Presidente.

*

SyrianFreePress.net Network

at http://syrianfreepress.wordpress.com/2012/07/14/milano-in-piazza-per-la-siria-malgrado-provocazioni-e-disinformazione/

*

*

*

*

*

About these ads