Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

*

West adopts dirty trick to defeat Syria

Western diplomats including Britain’s UN Ambassador Mark Lyall Grant have launched a dirty trick to influence the world’s public opinion as far as the Syrian conflict is concerned.

Sheila Lyall Grant, wife of Britain’s UN Ambassador and Huberta von Voss-Wittig, wife of Germany’s UN Ambassador Peter Wittig, on Tuesday created a video clip and posted it on the Youtube, targeting Syria’s first lady with the online appeal to “stop your husband” in what they called the “yearlong bid to quash a popular uprising that has left thousands dead”, British media reported.

Analysts believed that the western diplomats have resorted to this dirty tricky game out of despair after they failed to defeat Syrian President Bashar al-Assad.

The trick also comes after western nations failed to influence the Syrian popular government through anti-Assad political, military and security scenarios and now they want to mobilize the world’s public opinion against President Assad and his government.

They said in a letter accompanying the clip that “as a woman, wife, mother, champion of women’s equality, and formerly vocal female Arab leader, she cannot hide behind her husband”.

The wives of the diplomats tried to introduce the measure as an individual act.

From what’s shown in the video it’s clear that the creators want to psychologically influence the Syrian first lady and her relatives. It contains explicit footage of injured and dying children, and tells her “these children could all be your children”. It urges Mrs Assad to “stand up for peace”, and asks “what happened to you, Asma?”

The creators of the clip and their backers failed to refer to armed terror gangs that have killed or injured thousands of Syrian armed forces as well as hundreds of civilians in the more than one year old crisis the same western countries have helped to inflict damages on the Arab country.

From PressTV – 18 April 2012

*

*

Le potenze occidentali adottano sporchi trucchi per sconfiggere la Siria.

I diplomatici occidentali, tra cui  l’ambasciatore britannico presso le Nazioni Unite,  Mark Lyall Grant, hanno ideato un brutto scherzo per influenzare l’opinione pubblica mondiale  riguardo il conflitto siriano.

Sheila Lyall Grant, moglie dell’ambasciatore di Gran Bretagna alle Nazioni Unite,  e Huberta von Voss-Wittig, moglie dell’ambasciatore di Germania presso le Nazioni Unite , Peter Wittig, martedì hanno creato un video-clip pubblicato sul Youtube, prendendo di mire la first lady della Siria con un appello on line per “fermare il proprio marito ” e fermare una rivolta popolare che ha lasciato migliaia di morti sul terreno”, hanno riferito i media britannici.

Gli analisti credono che i diplomatici occidentali hanno fatto ricorso a questo sporco gioco  per disperazione, dopo non essere riusciti a sconfiggere il presidente siriano Bashar al-Assad.

Il trucco arriva dopo che le nazioni occidentali, che non sono riuscite ad influenzare il governo siriano popolare attraverso scenari politici e militari anti-Assad, ora vogliono mobilitare l’opinione pubblica mondiale contro il presidente Assad e il suo governo.
In una lettera che accompagna il video-clip, viene detto che “come donna, moglie, madre, campionessa di uguaglianza delle donne, e già voce leader delle donne arabe, non può nascondersi dietro al marito”.

Le mogli dei diplomatici cercato di presentare questo documento come un atto individuale.

Ma da ciò che è mostrato nel video è chiaro che i suoi creatori vogliono innanzitutto influenzare psicologicamente la First Lady siriana ed i suoi parenti.
Esso contiene filmati espliciti di bambini feriti e morenti, e rivolgendosi ad Asma al-Assad  dice: “questi bambini potrebbero essere tutti figli vostri”.

Sollecita la signora Assad a “ergersi in piedi per la pace”, e le chiede “che cosa ti è successo, Asma?”

I creatori del video-clip ed i loro committenti hanno difettato nel non riuscire a fare neppure un riferimento alle bande terroristiche armate che hanno ucciso e ferito migliaia di siriani, sia forze armate che civili, dopo più di un anno di crisi in cui gli stessi paesi occidentali hanno contribuito a infliggere danni al paese arabo.

Traduzione a cura di SyrianFreePressNetwork & TG 24 Siria

at http://wp.me/p1P9ia-11s

*

*

*

Advertisements