Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

*

Dal 15 maggio partono una serie di esercitazioni militari che vedranno impegnati i congenti degli eserciti di ben 17 Paesi, per un totale di 12.000 soldati e ufficiali.

Le operazioni, che dureranno circa 30 giorni, si svolgeranno al confine tra Siria e Giordania e sarà presente anche l’Italia con 47 unità. Sarà una delle più grandi esercitazioni che siano mai state svolte in Medio Oriente.

Gli interrogavi che sorgono in merito a questa iniziativa militare sono molteplici in quanto la Giordania sta vivendo una crisi politica che potrebbe portarla in breve ad elezioni anticipate e la Siria è da mesi palcoscenico di massacri che non riescono ad occupare il giusto spazio sulla stampa internazionale, forse troppo concentrata sulla crisi economica occidentale.

Potrebbero anche essere delle prove generali per un imminente attacco in Iran, ma ufficialmente l’operazione Eager Lion è una “esercitazione annuale multinazionale volta a rafforzare le relazioni militari attraverso un approccio congiunto, al fine di rafforzare le complesse sfide sulla sicurezza nazionale, attuali e future”.

Il comando del contingente internazionale è stato affidato al generale Ken Tovo dell’US Special Operations Central Command, che verrà affiancato dal generale Mohammed Jeridad, del comando per l’addestramento delle truppe giordane.

L’ipotesi più probabile, forse più attendibile di un imminente attacco in Iran o Siria, è che la presenza di migliaia di uomini addestrati in quella zona possa scongiurare possibili nuove insurrezioni o più probabilmente fermare l’azione di truppe irregolari sul territorio, ma oltre alle ipotesi non è ancora chiaro cosa ci facciamo 17 Paesi tutti insieme in una operazione di così vasta portata.

*

(…e, aggiungiamo noi di Syrian Free Press Network, come mai proprio ora, in una zona così calda e sensibile?…che ci sia lo zampino/zampone di USrael per ritrovarsi già sul campo servi & alleati nel caso di un “attacco preventivo” all’Iran???…)

*

Fonte originale del testo: Net1News

Ripubblicato su TG24Siria

Su Syrian Free Press Network

at http://wp.me/p1P9ia-1cc

*

http://www.syrianfreepress.net/

https://syrianfreepress.wordpress.com/

https://www.facebook.com/Tg24Siria

http://www.facebook.com/syrianetwork

https://www.facebook.com/wajeeh.assaf

http://www.youtube.com/user/syriafreepress

http://www.youtube.com/user/syrianpress

http://www.youtube.com/user/MrGeourg

http://www.youtube.com/user/sirianews

http://www.youtube.com/user/TheNewsSyria

*

Any re-publication is appreciated, as long as, please, you always report all the original links, to allow everyone a better research and spread of free information. Thanks.

Ogni ri-pubblicazione è gradita, ma vi chiediamo solo, per cortesia, di riportare tutti i links e riferimenti contenuti, per una migliore ricerca e diffusione a tutti. Grazie.

*

*

Related articles

*

*

*

*

Advertisements