Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

*

President al-Assad Issues Three Laws on Combating Terrorism, Dismissing State Workers Who Commit Terrorist Acts, Sentencing Kidnappers to Hard Labor

DAMASCUS – July 2, 2012 – President Bashar al-Assad on Monday issued Law No. 19 on combating terrorism.

President al-Assad also enacted a law on dismissing state workers who are indicted by a court verdict with committing terrorist acts, joining terrorist groups, instigating and providing any moral or material assistance for the armed terrorist group.

President al-Assad also issued a law which stipulates that the punishment for whoever kidnaps a person by force or deception with the aim of demanding ransom is 10 to 20 years in prison with hard labor and a fine.

The anti-terrorism law identified some terms in connection with the application of this law, with the law defining a terrorist act as every act which aims at creating a state of panic among the people, destabilizing public security and damaging the basic infrastructure of the country by using weapons, ammunition, explosive, flammable materials, toxic products, epidemiological or bacteriological factors or any method fulfilling the same purposes.

The terrorist organization is defined a group of three persons or more that aim at committing a terrorist act or more.

Funding terrorism means any direct or indirect supplying with money, weapons, ammunition, explosives, telecommunication tools, information or other things with the aim of using them in carrying out a terrorist act by one person or a terrorist organization.

The law lists the various sentences for committing terrorist acts, establishing terrorist organizations, conspiring to commit terrorist acts, recruiting or training terrorists, funding terrorism, the possession, smuggling, manufacturing or stealing weapons or explosives with the intent of using them for terrorist acts, threatening the government with terrorist acts, hijacking transport vehicles, and the distribution of publications or information promoting terrorism.

The law also includes conditions and extenuating circumstances for acquitting the indicted individuals or mitigating their sentences, which include reporting intended criminal acts listed in the law, and aiding in the arrest of criminals.

The full law will be published in official newspapers and is put in effect upon publication.

In a statement to SANA, Justice Minister Radwan Habib said Law No. 19 was issued due to the severity of some of the criminal acts that took place recently and the inadequacy of existing laws in dealing with such acts.

He said that the law set parameters that suit crimes of extreme severity while taking into account the rights of citizens, mainly their rights to freedom and dignity, along with the state’s right to protect itself and its interests.

Habib noted that there are similar laws in most countries.

In turn, head of the Syrian Bar Association Nizar ak-Skif said that Law No. 19 was issued just in time, and that those who deal with the country’s establishment with a direct or indirect terrorist mentality must be punished severely to match the gravity of the terrorist acts which threaten to destroy the country, the citizens and all other components of the homeland.

H. Zain / Ghossoun  / H. Sabbagh – SANA
http://www.sana.sy/eng/21/2012/07/02/428938.htm

ITALIANO

Il Presidente Bashar Al-Assad istituisce tre leggi contro il terrorismo, licenziamento dei lavoratori statali che commettono atti terroristici, condanna per i rapitori ai lavori forzati
*
DAMASCO – 7 luglio 2012 – Lunedi’, il presidente Bashar al-Assad ha rilasciato la Legge 19 sulla lotta al terrorismo.

Il presidente al-Assad ha inoltre emanato una legge sul licenziamento dei lavoratori statali che siano accusati con un verdetto del tribunale di aver commesso atti terroristici, di essersi uniti a gruppi di terroristi, di istigazione e di aver fornito assistenza morale o materiale a  gruppi armati terroristici.

Il presidente al-Assad ha anche emesso una legge che stabilisce che la pena per chi sequestra una persona con la forza o l’inganno, con lo scopo di riscatto, comporta una pena dai 10 ai 20 anni di carcere duro con lavori forzati, piu’ una multa.

Tale legge anti-terrorismo ha individuato alcuni termini in relazione alla sua applicazione, definendo quale atto terroristico ogni atto che miri a creare uno stato di panico tra la gente, destabilizzando la sicurezza pubblica e danneggiando le infrastrutture di base del paese usando armi, munizioni, esplosivi, materiali infiammabili, prodotti tossici, fattori epidemiologici o batteriologici, o qualsiasi altro metodo atto a conseguire tali scopi.

Viene definita come -organizzazione terroristica- un gruppo di tre o più persone che abbiano lo scopo di commettere uno o piu’ atti terroristici.

Quanto al -finanziamento del terrorismo- si intende qualsiasi fornitura diretta o indiretta di soldi, armi, munizioni, esplosivi, strumenti di telecomunicazione, informazioni o altre cose con l’obiettivo di essere utilizzate nella realizzazione di un atto terroristico da una sola persona o da un’organizzazione terroristica.

La legge elenca le varie formule riferite:

  • al commettere atti terroristici,
  • alla creazione di organizzazioni terroristiche,
  • alla cospirazione per commettere atti terroristici,
  • al reclutamento di terroristi o di formazioni terroristiche,
  • al finanziamento del terrorismo,
  • al possesso, al contrabbando, alla fabbricazione o al furto di armi o esplosivi con l’intento di utilizzarli per atti terroristici,
  • alla minaccia nei confronti del governo con atti terroristici,
  • al sequestro di veicoli da trasporto
  • alla distribuzione di pubblicazioni o informazioni che promuovano il terrorismo.

La legge include anche le condizioni e le circostanze attenuanti per assolvere persone incriminate o attenuare le loro sentenze, tra cui la segnalazione di reati previsti dalla legge, e l’aiuto per l’arresto di criminali.

La legge integrale sarà pubblicata sui giornali governativi ufficiali e verra’ messa in vigore al momento della sua pubblicazione.

In una dichiarazione all’agenzia SANA, il ministro della Giustizia, Radwan Habib,  ha detto che la Legge n ° 19 è stata rilasciata a causa della gravità di alcuni dei reati che hanno avuto luogo di recente e per l’inadeguatezza delle leggi esistenti in rapporto con tali atti.

Egli ha detto che la legge ha impostato parametri adatti a crimini di gravità estrema, tenendo conto dei diritti dei cittadini, soprattutto quelli alla libertà e alla dignità, insieme con il diritto dello Stato di proteggere se stesso ed i suoi interessi.

Habib ha osservato che in molti paesi ci sono leggi simili.

A sua volta Nizar ak-Skif,  capo della Syrian Bar Association, ha detto che la legge n ° 19 è stata approvata appena in tempo, e che coloro che si relazionano con le istituzioni del Paese assumendo una mentalità direttamente o indirettamente terroristica devono essere puniti severamente, in modo corrispondente alla gravità degli atti terroristici con i quali minacciano di distruggere il paese, i cittadini e tutte le altre componenti della Patria.

Traduzione a cura di Filippo F. Pilato per SyrianFreePress.net Network

at https://syrianfreepress.wordpress.com/2012/07/03/bashar-al-assad-prison-with-hard-labor-for-terrorists-prigione-con-lavori-forzati-per-i-terroristi-eng-ita/

*

*

*

*

*

About these ads