Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

*

Syria: The Grenades on Turkey are NATO Ammunition.

Syria: NATO Ammunition was used to attack Turkish border town. FSA responsible.

This is a translation of the recent blog post by the German Blog “Alles Schall und Rauch” about the allegedly attack of a Turkish border town by the Syrian Arab Army. It seems that NATO ammunition was used in this attack.

This implies, that the Syrian Arab Army (the Syrian government) cannot be responsible for this attack because the Syrian Arab Army does not own these NATO ammunition. In addition, as several reports in recent months have already confirmed, the Western-backed radicals, terrorists and religious fanatics are supplied by several powers with weapons, money, and ammunition.

NATO ammunition is partly included in this supply for these fighters. This was already confirmed by recent pictures of seized weapon depots in Syria, but also by some Turkish reports. The translation of this article is below. (Syrianews)

Syria: The Grenades on Turkey are NATO Ammunition

It’s just like it is so often reported to me, the NATO countries provide the terrorists of Al-CIAda (Al Qaeda) either directly or indirectly via the friendly Gulf States with weapons and ammunition that will be used against themselves later. This is what happened during the attack on the U.S. consulate in Benghazi and now at the bombardment of the Turkish border town from Syria.

The Turkish daily “Yurt” writes in its latest issue, which the grenades, which were fired at the Turkish border village Akçakale, come from the NATO stocks.

Thus, it is clear, not the Syrian military has fired them, because it has not such ammunition, but the terrorists themselves did, that were hired by NATO. Again, a staged provocation, in order to have a reason (pretext) for going to war against Syria.

According to the chief editor of the Turkish daily “Yurt”, Mr. Merdan Yanardag, the newspaper has received reliable information that Turkey has supplied the grenades to the so-called “Free Syrian Army” (FSA), which later killed five civilians in the Turkish border town of Akçakale and numerous people were injured.

Terrorists in Syria are firing 120mm mortar shells:

“This information confirms, that the wrong policies of the Erdogan government are behind the bombardment of the city with mortar shells, which has cost the lives of five Turks,” wrote Yanardag.

That means in plain text, that Erdogan is a traitor and a murderer of his own people! He is a puppet of the U.S. and conducts its criminal policy of a “regime change” in Syria.

I have investigated the matter and I have researched by the inscription of the mortars, 120 AE HE-TNT, of who produces them. In fact, it is NATO ammunition.

Example of a firing of these 120mm mortar shells:

According to Jane’s Defence Weekly, this ammunition is produced by various defense firms in Europe, such as the Spanish Explosivos Alaveses SA (EXPAL), which is part of the Maxam Defence Group.

The Turkish daily “Yurt” has already confirmed by documents and videos in July, how the Turkish Intelligence is involved in terror attacks in Syria, but also confirmed, how training camps (for the terrorists) are established by the Turkish government near the city of Yayladağı, near the Syrian border, in order to smuggle the terrorists from there into Syria.

In one of these videos, the Turkish daily showed how a lot of Turkish terrorists, who spoke Turkish, have attacked a police station in the Syrian village of al-Sha’abaniya.

The Turkish newspaper also has quoted some of inhabitants of this region, these inhabitants said that the armed terrorists, who are hosted in these camps, have crossed the border (to Syria) in order to carry out terror attacks and massacre at the Syrian civilian population; they were not stopped by the Turkish border guards.

Video of the FSA Terrorists Behind False Flag Attack on Turkey

Locals have stressed, that the district of Yayladağı is a refuge area for thousands of terrorists, while the Turkish (Erdogan) government is doing nothing to protect the Turkish citizens from these people. The region forms the southern part of Turkey, bordering to Syria.

This means, that the Erdogan government is operating state terrorism against its neighbor Syria, but also against their own citizens.

*

ITALIANO

Cospirazione svelata: per attaccare la città turca di confine sono state usate munizioni NATO

Siria: Le granate lanciate alcuni giorni fa sulla Turchia sono munizioni della NATO.
Siria: per attaccare la città turca di confine sono state usate munizioni NATO. Il responsabile è quindi il FSA.

Questa è una traduzione del recente post apparso sul blog tedesco “Alles Schall und Rauch”, circa il presunto attacco di una città di confine con la Turchia da parte dell’Esercito Arabo Siriano . Sembra che in questo attacco siano state utilizzate  munizioni NATO.

Ciò implica che l’Esercito Arabo Siriano (il governo siriano) non può essere responsabile di questo attacco, perché l’Esercito Arabo Siriano non possiede queste munizioni NATO. Inoltre, diversi  rapporti negli ultimi mesi hanno già confermato che radicali, terroristi e fanatici religiosi supportati dall’Occidente sono riforniti da diverse potenze con armi, denaro e munizioni.

Munizioni NATO sono in parte incluse negli approvigionamenti di armi per questi combattenti. Ciò è stato già confermato da recenti foto di depositi di armi sequestrati in Siria, ma anche da alcuni rapporti turchi. Quella che segue è la traduzione di questo articolo. (Syrianews)

Siria: Le granate lanciate alcuni giorni fa sulla Turchia sono munizioni della NATO.

È proprio come spesso mi è stato riferito: i paesi della NATO riforniscono i terroristi di Al-CIAda (Al Qaeda), direttamente o indirettamente attraverso gli amichevoli Stati del Golfo, di armi e munizioni che più tardi verranno utilizzate contro di loro . Questo è ciò che è accaduto durante l’attacco al consolato degli Stati Uniti a Bengasi ed ora con il bombardamento, dalla Siria, della città di confine con la Turchia.

Il quotidiano turco “Yurt”, scrive nel suo ultimo numero che le granate, che sono state sparate contro il villaggio turco di confine di Akçakale, provengono dalle scorte della NATO.

Così, è chiaro, non è l’esercito siriano che li ha sparati, perché non ha tali munizioni, ma l’hanno fatto gli stessi terroristi che sono stati assunti dalla NATO. Anche in questo caso, una procativa messa in scena, in modo da avere un motivo (pretesto) per andare in guerra contro la Siria.

Secondo il capo redattore del quotidiano turco “Yurt”, il signor Merdan Yanardag, il giornale ha ricevuto informazioni affidabili che la Turchia ha fornito le granate al cosiddetto “Esercito siriano libero” (FSA: Fake Syrian Army, ndt), che in seguito ha ucciso cinque civili nella città di confine turca di Akçakale e causato numerosi feriti.

“Queste informazioni confermano, che le politiche errate del governo Erdogan sono dietro al bombardamento della città con colpi di mortaio, che è costato la vita a cinque turchi”, ha scritto Yanardag.

Ciò significa, detto chiaramente, che Erdogan è un traditore e un assassino del suo popolo! È una marionetta degli Stati Uniti e conduce la sua politica criminale per un “cambio di regime” in Siria.

Ho esaminato la questione ed ho fatto ricerche riguardo l’iscrizione sulle munizioni da mortaio, 120 AE HE-TNT, e su chi le produce. In realtà, sono munizioni NATO.
Secondo il Jane Defence Weekly, queste munizioni sono prodotte da  diverse aziende per la difesa in Europa, come la spagnola Explosivos Alaveses SA (EXPAL), che fa parte del gruppo Maxam Difesa.

Il quotidiano turco “Yurt” ha già confermato con documenti e video, nel mese di luglio, come l’intelligence turca sia coinvolta in attacchi terroristici in Siria, ma ha anche confermato come campi di addestramento (per i terroristi) siano stati stabiliti dal governo turco nei pressi della città di Yayladağı, vicino al confine con la Siria, al fine di contrabbandare i terroristi, da lì, in Siria.

Il quotidiano turco ha dimostrato come, in uno di questi video, una gran quantità di terroristi turchi, che parlavano turco, hanno attaccato una stazione di polizia nel villaggio siriano di al-Sha’abaniya.

Il giornale turco ha anche citato le testimonianze di alcuni degli abitanti di questa regione, i quali hanno detto che i terroristi armati, che erano  ospitati in questi campi, hanno attraversato il confine (verso la Siria) al fine di compiere attentati terroristici e massacrano la popolazione civile siriana , e che non sono stati fermati dalle guardie di frontiera turca.

Gli abitanti del posto hanno sottolineato che il distretto di Yayladağı è una zona di rifugio per migliaia di terroristi, e che il governo turco (Erdogan) non sta facendo nulla per proteggere i cittadini turchi da queste persone. La regione costituisce la parte meridionale della Turchia, al confine con la Siria.

Questo significa, che il governo Erdogan sta operando terrorismo di stato contro la vicina Siria, ma anche contro i propri cittadini.

*

Original Source: Die Granaten auf die Türkei sind NATO-Munition

Font: Syrianews – Translated in Italian by SyrianFreePress.net Network

at  https://syrianfreepress.wordpress.com/2012/10/06/8837/

*

*

*

*

*

Advertisements