Tags

, , , , , , , ,

bashar al assad 20130106-13

*

*

Non sono passati neanche 60 min dalla fine del discorso del presidente al-Assad, che neppure noi siriani abbiamo avuto tempo sufficiente per comprendere bene le sue parole, che le critiche sono piovute da tutti gli angoli del mondo, guidate in piena armonia dagli Usa.

Per impedire che le brillanti proposte del discorso di oggi del presidente Assad, vengano prese in considerazione, le diplomazie europee si sono date da fare.

Dopo le accuse di Giulio Terzi, non si è fatto aspettare il collega inglese William Hague che ha definito “ipocrita” il presidente siriano definendo “vuote” le sue promesse.

Sulla stessa lunghezza d’onda e come se seguisse un copione unico si è espresso pure il Ministro degli Esteri tedesco Guido Westerwelle che ha chiesto le dimissioni di Assad.

I Ministri degli Esteri di Italia, Inghilterra e Germania si sono espressi in maniera incomprensibile e come se non avessero nemmeno sentito le proposte del presidente che ha suggerito un referendum sulla Costituzione, una conferenza per il dialogo con i partiti dell’opposizione ed infine la formazione di un governo di riconciliazione nazionale.

*

Video by: MrGeourg

SyrianFreePress.net Network reload

https://syrianfreepress.wordpress.com/2013/01/14/13649/

*

*

*

Advertisements