Tags

juden-ratten

*

AL-KHATIB (DOHA OPPOSITION): WE WILL NOT BE ENEMIES OF ISRAEL

OCCUIPED JERUSALEM – Head of Doha Coalition Moaz al-Khatib said that what he called the new regime in Syria will not be foe to Israel and will not attack it.

In an interview with the Israeli Yedioth Ahronoth, al-Khatib added that “Israel shouldn’t be worried over the issue of the chemical weapons as the opposition coalition will possess the regime’s stockpiles of weapons, including the chemical and prevent them from falling in to Hezbollah’s hands.”

He said that the coalition has a plan to impose control and supervision over the strategic weapons in Syria in case the regime falls.

He described Hezbollah as “sons of devil”, adding that “We’ll spare no effort to prevent any military or chemical weapons passing to it. We realize that this topic is of major concern to Israel and we are cooperating with international sides to help us in this regard.”

He confessed to having receive information from the US, French and German intelligence on the Syrian army and its bases and movements.

*

juden-ratten

AL-KHATIB (OPPOSIZIONE DI DOHA): NON SAREMO NEMICI D’ISRAELE

GERUSALEMME OCCUPATA – Il Capo della coalizione delle forze di opposizione siriana di Doha, lo sceicco “Moaz al-Khatib” , ha detto che l’ipotetico nuovo regime della Siria, non sarà un nemico di Israele, e non verrà mai attaccato.
In un’intervista con il quotidiano israeliano Yediot Ahronot,  al-Khatib ha aggiunto che “Israele non dovrebbe preoccuparsi della questione delle armi chimiche, perchè la coalizione dell’opposizione quando entrerà in possesso delle scorte di armi  del regime, tra cui quelle chimiche, impedirà di farle cadere nelle mani di  Hezbollah.”
Egli ha detto che la coalizione ha un piano per imporre il controllo e la vigilanza sulle armi strategiche in Siria nel caso in cui il regime cada.
Ha descritto Hezbollah come i “figli del diavolo”, aggiungendo che “non ci risparmieremo alcuno sforzo per prevenire che eventuali armi militari o chimiche passio nelle loro mani. Ci rendiamo conto che questo argomento è di grande preoccupazione per Israele e stiamo collaborando con le parti internazionali affinchè ci aiutino riguardo a questo “.
Ha poi confessato di aver ricevuto informazioni dall’intelligence degli Stati Uniti, Francia e Germania sulle posizioni delle basi militari e gli spostamenti dell’esercito siriano.

*

M. Nassr/ M. Ismael  –  SANA  –  8/2/2013

SyrianFreePress.net & TG24Siria.com Network
translated & reloaded at
https://syrianfreepress.wordpress.com/2013/02/08/14623/

*

*

*