Tags

, , , , , ,

519e50a80083c

~

CENTINAIA DI METRI DI CUNICOLI SOTTERRANEI SCOPERTI DALLE FORZE ARMATE SIRIANE NELLE ZONE RURALI DI DAMASCO.

ELIMINATI CENTINAIA DI BALORDI DEL FSA/al-NUSRA CHE ERANO NASCOSTI AL LORO INTERNO.

QUESTA GUERRA CONTINUA, SINO ALLA RESA DEI CONTI FINALE

*

Continua incessante e vittoriosa la lotta alle bande armate terroristiche da parte dell’Esercito Arabo Siriano.

Oltre alla zona di al-Qussayr, strategicamente importantissima e che non poteva restare nelle mani dei signori della morte alqaedisti alleati ai rinnegati del FSA, dopo mesi e mesi di battaglia, di intercettazioni, di studi strategici, e grazie alla collaborazione della popolazione, le Forze Armate Siriane raccolgono i frutti di tanto lavoro e sacrifici, aggredendo senza pietà le roccaforti dei criminali assassini che da troppo tempo terrorizzano e insanguinano il paese.

Non c’è area, non c’è nascondiglio, non c’è opposizione armata o trappola esplosiva che riesca ad arrestare l’avanzata dei veri patrioti siriani, che palmo a palmo controllano il territorio e neutralizzano ogni giorno centinaia di banditi di ogni nazionalità.

Ma la battaglia sarà ancora lunga e senza quartiere.

Alcuni capi religiosi salafiti plagiano ed inviano da ogni luogo, stati arabi ed europei, giovani e disperati di ogni nazionalità, a morire per una inesistente “jihad” islamica, che altro non è che una strategia ben studiata a tavolino da CIA/Mossad per indebolire le nazioni ed i popoli che sono di ostacolo nella loro opera di smantellamento di identità e tradizioni, di culture e storie, per imporre alla fine solo quella monouso secondo il codice talmudico d’attuazione del Nuovo Ordine Mondiale, con ovviamente una ristretta setta di eletti al suo governo.

Mentre la cristianità è già stata contaminata, disarmata nello spirito e sconvolta fin dal suo interno, al fine di non saper più intercettare e riconoscere “il nemico dell’uomo”, così che esso possa insinuarsi, se possibile, sin al suo sommo vertice…, per l’islam è stato invece congeniato un diverso e perverso disegno, secondo il quale, facendo leva sull’abissale ignoranza di alcuni e sulla facile corruttibilità di altri, sia possibile annichilire le forze sane al suo interno, facendo scontrare le diverse anime che lo compongono, quelle sunnite e sciite soprattutto, ma coninvolgendo alauiti, drusi e tutte le altre minori componenti, in una lotta senza quartiere tra scuole e fazioni, tra etnite e tribù. Le armi le fornisce la stessa ristretta setta di eletti di cui sopra, i soldi pure, così come ogni tipo di copertura e arma di “distrazione di massa”.

Questa guerra in seno all’Islam si trascinerà alla fine sino alla Mecca, in un enorme bagno di sangue???

Sicuramente finirà per maggiormente alimentare (come già accade) islamofobia e cristianofobia, l’una contro l’altra armate.

Quello che conta, per la ristretta setta di eletti (di cui sopra) in cabina di regia, è che alla fine delle culture e tradizioni, che possano essere d’ostacolo ai loro piani, non resti che un cumulo di macerie, sulle quali solo loro, stirpe di eletti che considerano se stessi semiDei, possa emergere e troneggiare sulle rimanenti mandrie e greggi umane.

In piedi su quelle macerie ci saremo però anche noi, perchè questa guerra si perde nella notte dei tempi, ed il tempo per noi è eternità: non praevalebunt.

~

Filippo Fortunato Pilato
per SFP/TG24S – 24/5/2013
www.tg24siria.com

*

link to this page at
https://syrianfreepress.wordpress.com/2013/05/24/17632/

.

.

.

.

.

.

.

.

Advertisements