Tags

, , , , , , , , , , ,

965025_505923639457188_1154918279_o

~

LA LIBERAZIONE DI ALEPPO: LA BATTAGLIA FINALE A VENIRE

Il quotidiano Al-Akhbar ha riferito dichiarazioni di fonti militari siriane le quali dicono che le Forze Armate siriane stanno mobilitando le truppe intorno ad Aleppo, al fine di lanciare un’operazione militare per la liberazione a tutto campo della città, in parte detenuta in ostaggio dai miliziani terroristi.

Il giornale ha continuato affermando che l’esercito arabo siriano circonderà completamente la città, al fine di isolare i gruppi armati, perché Aleppo è la piú importante arteria economica della Siria ed i militanti di FSA/al-Nusra l’hanno parzialmente sequestrata dallo scorso luglio.

Le fonti citate dal quotidiano Al-Akhbar hanno anche detto che “Esercito arabo siriano taglierà tutti i collegamenti esterni alla città, al fine di interrompere gli aiuti militari ai terroristi/mercenari trincerati al suo interno”, aggiungendo che “la massiccia operazione militare inizierà entro pochi giorni”.

Il giornale ha sostenuto che:
“Se questo obiettivo sarà raggiunto, l’esercito regolare siriano riacquisterà totalmente il controllo di tutte le altre più importanti città della Siria. Una di queste città è Homs, la più grande, collegata ai terroristi/mercenari takfiri con le campagne anche a chilometri di distanza attraverso una fitta rete sotterranea di cunicoli scavati negli anni. Il via alle operazioni sarà dato dalla conquista completa di tutto il crocevia di al-Qusayr, esteso per diversi chilometri quadrati a ridosso del confine siriano, del quale al momento l’esercito arabo siriano ha un controllo di giorno in giorno maggiore, avendo ri-conquistato tutta l’area sud, est ed ovest e avanzando ormai inesorabilmente verso nord. Enormi sono state le perdite nelle file mercenario/terroristiche, ma non sono mancati i martiri sul fronte patriottico siriano, di cui la giovane giornalista Yara Abbas è solo l’ultimo esempio, che indica la strada da seguire e rafforza la determinazione dei soldati siriani, sino alla liberazione totale del territorio nazionale dai takfiri rinnegati e mercenari alqaedisti”.

Il giornale ha infine concluso dicendo: “Tutte le forze punteranno su Aleppo nei prossimi giorni, i tempi sono ora maturi e la decisione di riconquistare la città è stata presa. Ancora pochi giorni, o forse ore, prima che la battaglia finale, preparata da tempo, scoppi”.

L’Esercito Arabo Siriano attende che lo spavaldo crocevia di al-Qusayr cada completamente e che le retrovie collegate con miliziani mercenari “jihadisti” oltre i confini siriani siano troncate, poi la battaglia finale per Aleppo inizierà immediatamente.

Ecco il motivo della fretta che i criminali dirigenti politici euro-americani, marionette di Sion, hanno avuto nel rimuovere l’embargo sulle armi alla “opposizione armata” siriana, braccio armato formato da volgari terroristi disumani (sul modello libico) che oggi combattono le guerre sporche per conto USA/Nato contro le ultime sovranità nazionali planetarie.

I siriani resisteranno: vittoria finale o morte.

*

FFP/SFP/TG24S

https://syrianfreepress.wordpress.com/2013/05/28/17734/

.

.

.

.

.

.

*

Advertisements