Tags

, , , , , , ,

saa-20121231

*

Homs (Syria): Syrian Arab Army takes full control of the suburb of Homs, the district of Deir Ba’alba, with more than 200 mercenaries killed in clashes. Belied the lies of the media

The Syrian security forces have succeeded in establish full control of the district of Deir Ba’alba, suburb of Homs, which was again infiltrated by some groups of mercenaries through underground tunnels that were not yet been discovered.

Already in the last few days were registered harsh clashes between the Syrian Arab Army, and some of these armed groups of terrorists affiliated with al-Qaeda, but today we can say that the ‘Second Battle of Homs’ has ended again with the victory of the SAA (Syrian Arab Army) and the liberation of the people from the terror that threatened its normal live.

The representatives of the media of these terrorist organizations, however, have spread the news through the usual compliant channels al-Arabya and al-Jazeera, which say that during the assault on the city’s districts, militarily occupied by the al-al-Qaeda, the military Syrian forces have indiscriminately killed about 200 people, including children and women.

Journalistic information sources and independent local groups of human rights activists do not confirm the statements of al-Jazeera and al-Arabya, but the European media, especially the Italians and French, which are proving to be among the most subservient to this new media war, are spreading the false news coming from the media in the Gulf, unverified, unproven, continuing to prove only two things: lack of honesty and lack of professionalism.

In fact, those who lost their lives are just the militia of terrorist groups linked to al-Qaeda and FSA, who left traces of their passage devastating public and private facilities and dirtying the walls of the houses with their delirious graphites.

There are no bodies of women and children among the bodies found after the fighting, and if there were, the first to spread the photos and video with mobile phones would be just the terrorist groups.

Local medical official sources report that the lifeless body count would rise to more than 200, all men, many in uniform and all armed, and among them several leaders and gang chiefs, by a majority of foreign nationality.

*

syrian-coat-of-arms-20121230

*

CONFERMATO: L’ESERCITO SIRIANO REGOLARE LIBERA DEIR BA’ALBA ALLA PERIFERIA DI HOMS, PER LA SECONDA VOLTA

-OLTRE 200 TERRORISTI UCCISI-

SMENTITE LE MENZOGNE MEDIATICHE CHE PARLAVANO DI “MASSACRO DI CIVILI”: TUTTI I MORTI SONO MILIZIANI ARMATI, A MAGGIORANZA DI NAZIONALITÀ STRANIERA

Homs (Syria):  l’Esercito Arabo Siriano riprende il pieno controllo della zona strategica di Deir Ba’alba, a margine della periferia di Homs, con oltre 200 mercenari uccisi negli scontri, smentendo le bugie dei media sul “massacro di civili”.

Le Forze di Sicurezza siriane sono riuscite a ristabilire il pieno controllo della periferia di Homs, nella quale si erano infiltrati nuovamente alcuni gruppi di mercenari attraverso cunicoli e gallerie sotterranei che ancora non erano stati scoperti.

Già nei scorsi giorni si erano registrati duri scontri a fuoco tra l’Esercito Arabo Siriano e alcuni gruppi armati di di questi terroristi affiliati ad al-Qaeda, ma oggi si può dire che la seconda battaglia di Homs sia terminata nuovamente con la vittoria del SAA (Syrian Arab Army) e la liberazione della popolazione dal terrore che la minacciava nel suo normale convivere.

I rappresentanti mediatici di queste organizzazioni terroristiche hanno però diffuso la notizia, tramite le solite emittenti compiacenti al-Arabya e al-Jazeera, in cui affermano che durante l’assalto ai quartieri della città, occupati militarmente dagli al-qaedisti, i militari delle Forze Armate siriane avrebbero ucciso indiscriminatamente circa 200 persone, tra cui bambini e donne.

Fonti d’informazione giornalistiche indipendenti e gruppi locali di attivisti per i diritti umani non confermano le dichiarazioni di al-Jazeera e al-Arabya, ma i media europei, specialmente quelli italiani e francesi, che si stanno dimostrando trai più servili nei confronti di questa nuova guerra mediatica, invece diffondono le false notizie dei media del Golfo, non verificate e non dimostrabili, continuando a dimostrare solamente due cose: totale mancanza di onestà e di professionalità.

In realtà coloro che hanno perso la vita sono solo i miliziani dei gruppi terroristici legati al FSA e al-Qaeda, che hanno lasciato traccia del loro passaggio devastando le strutture pubbliche e private e imbrattando i muri delle case con i loro deliranti grafiti. Non risultano corpi di donne o bambini tra i cadaveri rinvenuti dopo i combattimenti, e se ce ne fossero stati i primi a diffondere le foto ed i video con i telefonini sarebbero stati proprio i gruppi terroristici.

Fonti locali ufficiali mediche riferiscono che la conta dei corpi senza vita salirebbe ad oltre 200, tutti uomini, molti in divisa e tutti armati , e tra loro diversi leader e capi banda, a maggioranza di nazionalità straniera.

About these ads